IL CARDELLINO NEI FRANCOBOLLI

alt

Bellissimo francobollo dell'Isola di Man dedicato al Cardellino. E' l'ultimo in ordine di tempo ad essere stato emesso.

Se proviamo a chiedere ad una persona qualsiasi di fare un nome di uccello selvatico che conoscono meglio probabilmente la risposta che otterremo è il Cardellino. Questo Fringillide ha sempre affascinato l’uomo sia per le sue doti canore e sia per i colori caldi e sgargianti del suo piumaggio, tanto da diventare uno degli uccelli selvatici più allevati in cattività. I risultati di accoppiamenti con il Canarino domestico danno origine a quello che viene chiamato “incardellato” un ibrido che presenta caratteristiche ritenute migliori di entrambe le specie e soprattutto molto apprezzato per il suo canto. Quasi certamente, le sue doti, quali la bellezza del suo piumaggio e il canto dolce e melodioso, hanno ispirato moltissimi artisti i quali hanno deciso di immortalarlo nelle proprie opere. Anche se probabilmente poco risaputo, il cardellino è originario della Svezia centrale, e successivamente diffuso in tutta l'Europa, raggiungendo perfino Asia e Africa e formando in ogni regione, nel tempo, delle sottospecie ben identificabili ed identificate.

                alt        alt

Due emissioni di paesi africani dedicati al Cardellino Euroasiatico

In Italia risulta stazionario, anche se è possibile trovare esemplari di passo che si spostano dal nord al sud della penisola con l’arrivo dell’inverno od addirittura da est dai Balcani. Il suo habitat preferito è costituito da zone alberate (giardini, frutteti, campi coltivati e selvatici) e per le sue caratteristiche può essere considerato un uccello tipicamente arboricolo che non disdegna in alcuni casi posarsi su steli di piante prative, ma difficilmente lo vedremo posarsi al suolo dove si presenta goffo e maldestro nei movimenti, fatti salvi i casi di abbeveramento in pozze d’acqua. In inverno predilige la vita di gruppo con altri passeriformi come il verdone o il verzellino e tutti insieme si spostano da un campo all’altro alla ricerca di cibo. Durante la fase riproduttiva le coppie, che si iniziano a formare da febbraio, prediligono invece, vivere isolate in un proprio territorio e solo verso la fine di settembre, quando ormai la stagione riproduttiva è terminata, insieme alla prole, si riuniscono in piccoli gruppiper trascorrere l’inverno. 

           altalt

Il francobollo Olandese fa parte di una serie dedicata al pittore Carrel Fabritius. A destra una emissione dell'Iran

Il nido è costruito dalla femmina e si presenta a forma di coppa, realizzato esternamente con fili d'erba secchi, muschio e radici, mentre l'interno è imbottito con piume che il cardellino ricerca avidamente durante la sua costruzione, è realizzato, di solito, ad un'altezza molto elevata dal suolo (non è escluso che possa nidificare ad altezze inferiori), alla biforcazione dei rami e perfettamente mimetizzato tra le foglie. Il cardellino è un piccolo passeriforme di circa 13cm di lunghezza, presenta un piumaggio caratterizzato da colori vivaci: petto grigio chiaro, faccia rosso-scarlatto, tempie bianche e ali nere con grandi bande gialle. Non presenta dimorfismo sessuale evidente, tranne che per piccole e impercettibili differenze tra maschio e femmina che, però, risultano molto difficile da evidenziare. Naturalmente, queste differenze, sono rilevate da occhi di allevatori esperti e cultori di questa specie che negli anni ha visto apparire diverse mutazioni, alcune veramente belle, altre sinceramente meno belle del disegno e cromatismo dell’ancestrale.

alt

Francobollo dedicato al Bellissimo quadro di Raffaello “La Madonna ed il Cardellino” emesso dalla Repubblica di Korea nel 1963

Purtroppo oggi il cardellino, a causa proprio delle sue peculiarità, è una specie in forte declino per l’eccessivo prelievo in natura che noi condanniamo fortemente. Il numero dei soggetti in libertà è diminuito drasticamente rispetto al passato, pertanto l’allevamento in cattività di soggetti prelevati in natura è vietato dalle leggi italiane (come d'altronde per la maggior parte degli uccelli selvatici) ed è concesso solo per quei soggetti nati in cattività da genitori a loro volta nati in cattività e che sono dotati di anellino inamovibile alla zampa. Per l’allevamento è richiesta anche un’autorizzazione amministrava concessa dalle Province o dalle Regioni a statuto speciale. Come detto comunque nella presentazione di questa rubrica lo scopo che ci prefiggiamo non è quello della specializzazione ma quello di informare brevemente sulle specie trattate e raffigurate nei francobolli che completano queste pagine.

                       alt alt

Ancora due francobolli dedicati al nostro Carduelide uno della Moldova e l'altro della Svizzera

Pertanto rimandiamo il lettore ai tanti articoli e testi specifici sul Cardellino eventuali approfondimenti. Di seguito riportiamo a livello di annotazione accademica le diverse sottospecie esistenti in Italia ed Europa:

Carduelis carduelis carduelis - Questa è la specie nominale e vive nell'Europa continentale dai monti Pirenei ai monti Urali, a sud est è distribuito fino alle coste del Mar Nero a nord si trova fino alla penisola scandinava fino al 64º parallelo

Carduelis carduelis tschusiiVive nell'Italia insulare e nell'Italia meridionale.

Carduelis carduelis balcanica - Il cardellino balcanico è distribuito in tutta la penisola Balcanica fino alla Romania.

Carduelis carduelis brevirostris –Il brevirostris vive in Crimea e sui monti del Caucaso fino al nord della Turchia orientale ed Iran occidentale.

Carduelis carduelis britannina – Questa sottospecie vive in Gran Bretagna, nelle isole Normanne ed in Olanda.

Carduelis carduelis loudoni – Vive in Azerbaijan, Iran settentrionale fino al Mar Caspio.

Carduelis carduelis major - Il cardellino maggiore con i suoi 15,5 cm è il più grande tra i cardellini, vive ad est dei monti Urali fino ai monti Altai ed a sud fino alla città kazaka di Semipalatinsk.

Carduelis carduelis niediecki – La Niediecki è una delle sottospecie asiatiche, distribuita in Anatolia, Iraq, nord Egitto, litorale costiero del Medio Oriente fino alle oasi della penisola del Sinai, isola di Rodi e Cipro.

Carduelis carduelis parva - La Parva con i suoi 12 cm è una delle sottospecie più piccole del cardellino insieme alla Tschusii. Vive nella penisola Iberica a sud dei Pirenei, nelle isole Baleari, nel nord Africa e nelle isole atlantiche delle Azzorre e delle Canarie.

        alt alt

Due francobolli di paesi del Medioriente: il primo Israeliano, a parer mio bellissimo, il secondo della Giordania               

                                           Gianni Matranga

 

I nostri sponsor: