Riceviamo e pubblichiamo volentieri la lettera inviata dal Presidente del nostro Raggruppamento. Questo decreto è frutto di un lungo lavoro reso possibile dalla presenza di nostri rappresentanti all'interno della Comitato Regionale Faunistico Venatorio, organismo deputato a regolamentare il settore tramite confronto fra tutte le componenti interessate. Una delle importanti novità introdotte, fra le altre, è rappresentata dal riconoscimento della nascita in cattività con il solo inanellamento inamovibile secondo i criteri enunciati dalla FOI ed essendovi iscritti.

*****************

NOVITA’ IN TEMA DI ALLEVAMENTO E DETENZIONE DI AVIFAUNA PROTETTA Emanato il Decreto 1371 del 22 dicembre 2015 Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di oggi 22 gennaio 2015 In data 22 dicembre 2015 la Regione Siciliana – Assessorato Regionale dell’Agricoltura – Dipartimento Regionale dello Sviluppo Rurale e Territoriale - ha emesso il nuovo disciplinare, tanto atteso, relativo all’ALLEVAMENTO DI FAUNA AMATORIALE ED ORNAMENTALE (Decreto Regione Siciliana n° 1371)

Tale disciplinare apporta alcune modifiche ed integrazioni a quello già in vigore (D.A. del 30 giugno 1998 pubblicato sulla G.U.R.S. del 26 settembre 1998, n° 48) per essere adeguato alla recente giurisprudenza e soprattutto per ottenere uno snellimento delle procedure. Ai lavori preliminari alla stesura di tale nuovo disciplinare il R.O.S. ha offerto il proprio contributo partecipando, quando convocato, alle riunioni preliminari nella sede palermitana del Dipartimento Regionale al fine di fornire il proprio costruttivo contributo alle migliorìe. A tali incontri è sempre stato presente anche il Club Avifauna Autoctona che, parimenti al ROS, annovera un proprio rappresentante ufficiale nel Comitato Faunistico Venatorio della Regione Siciliana. Nel corso di un incontro, alcuni giorni addietro, tra il sottoscritto accompagnato dal Segretario Ing. Carmelo Montagno ed il Presidente del Club dott. Sebastiano Paternò, abbiamo sviscerato le sostanziali novità presenti nel nuovo disciplinare, pubblicato sulla G.U.R.S. di oggi 22 gennaio 2016; In estrema sintesi le modifiche riguardano nel dettaglio:

- Introduzione all’interno del disciplinare di una sezione dedicata all’ “allevamento e/o detenzione di fauna proveniente da soggetti nati in cattivita’” - Distinzione netta tra ALLEVAMENTI di soggetti nati in cattività e DETENZIONE autorizzata di pochi soggetti (fino a 5 esemplari) di soggetti nati in allevamento.

- Possibilità di impiantare un allevamento ( o una detenzione) con una SEMPLICE COMUNICAZIONE di possesso di soggetti provenienti da allevamenti già autorizzati (e non più a seguito di autorizzazione, con il lungo iter di cui sappiamo). NON E’ PIU’ PREVISTA ALCUNA AUTORIZZAZIONE. BASTA UNA SEMPLICE COMUNICAZIONE realizzata nei modi e nei termini descritti nel disciplinare.

- Specifica indicazione delle dimensioni minime per le gabbie di allevamento e detenzione. Le condizioni richieste per il locale di allevamento/detenzione ricalcano per larghe linee quelle del precedente disciplinare e vanno solamente autocertificate (con conseguente assunzione di responsabilità) e comunicate da parte del proprietario detentore/allevatore. Basta quindi autocertificare di essere in regola con le prescrizioni di legge previste, e comunicarle alle autorità preposte, per essere in regola. Abbiamo purtroppo notato che il disciplinare contiene ancora piccole inesattezze che, malgrado le nostre puntuali precisazioni, non sono state opportunamente, a nostro avviso, modificate. Ad esempio:

 - L’obbligo di indicare il sesso dei soggetti nati, e di cui bisogna comunicarne il possesso, quando ancora il sesso non è assolutamente determinabile;

 - La dicitura di “allevamento di fauna selvatica” – riportato in alcune parti del disciplinare - che noi avremmo voluto che fosse mutata in “allevamento di fauna protetta” oppure, al limite, “allevamento di fauna selvatica o protetta”. Per questo e per altre precisazioni abbiamo già chiesto un appuntamento con i responsabili dell’Assessorato Regionale al fine di esplicitare le nostre richieste e gettare già da subito le basi per ulteriori future modifiche migliorative. Siamo in attesa di fissare l’appuntamento. Approfondiremo tale discussione, con tutte le Associazioni del ROS, in occasione della prossima assemblea, fissata per il 28 febbraio p.v. e per la quale riceverete convocazione a breve. Intanto ho ritenuto opportuno aggiornarvi di tale importante novità allegandovi il nuovo disciplinare e la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana di oggi;

Aci S.Antonio (CT) 22 gennaio 2016                                           F.O.I. Onlus Raggruppamento Ornicoltori Siciliani

                                                                                                                       Il PRESIDENTE

                                                                                                                       Ignazio Sciacca

I nostri sponsor: